Notiziario 2018 n. 4

Download allegati:

In questo numero: 53° Congresso Nazionale del Notariato; osservazioni brevi di un notaio in pensione al LIII Congresso Nazionale del Notariato; attività del Consiglio Direttivo dell'A.S.N.N.I.P.; la parola agli associati; auguri.

Fondatore Dott. Antonino Guidotti - Direttore Avv. Alessandro Guidotti

Clicca qui per aprire il notiziario direttamente nel tuo monitor.

In questo numero:

 


 

La parola agli associati

Il Consiglio Direttivo dell’A.S.N.N.I.P. sollecita tutti i Notai, pensionati o in esercizio, così come tutti gli altri iscritti alla nostra Associazione, a collaborare inviando interventi scritti aventi ad oggetto riflessioni, proposte o suggerimenti in merito a problemi e necessità dei titolari di Pensione diretta o indiretta e degli altri aventi diritto a prestazioni erogate dalla Cassa Nazionale del Notariato; tali interventi verrebbero pubblicati - a richiesta anche in forma anonima - sul nostro Notiziario all’interno di questa rubrica espressamente dedicata ai lettori.

Gli interventi potranno essere inviati via posta alla redazione del Notiziario in 29121 Piacenza, Via San Donnino n° 23 al fax 0523/337656 o all’indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

* * *

Come è stato più volte annunciato, il prossimo anno ricorrerà il centenario dell’istituzione della Cassa. Un traguardo importante, un “compleanno” che certo sarà festeggiato.

Non potrebbe essere questa l’occasione per proporre un’iniziativa che aveva luogo lontano nel tempo, centinaia e centinaia di anni fa e cioè la grazia? Nella storia leggiamo che per festeggiare un avvenimento particolarmente importante e felice, i sovrani concedevano una grazia speciale a determinate categorie di sofferenti. Beh...ora la Cassa potrebbe fare lo stesso e “graziare” quei pochi sciagurati che sono incautamente andati in pensione negli anni 2014 e 2015, prima di raggiungere il traguardo dei 75 anni, decidendo di concedere loro la liquidazione subito, anziché centellinarla in dieci anni.

Fra l’altro, ascoltando il discorso del Presidente Mistretta all’ultimo Congresso, sembra proprio che ci siano tutte le condizioni. Non ha forse il Presidente citato il Dalai Lama dicendo che la mente dev’essere elastica per poter cambiare? Si può quindi benissimo annullare una delibera pregiudizievole. Non ha citato Marx il quale sosteneva che gli uomini fanno la loro storia nelle condizioni in cui trovano le cose? Ora il lavoro è ripreso, la storia è cambiata, la stabilità della Cassa non corre pericoli se elimina la” decimazione” del TFR. Non ha raccontato quasi commosso la storia di Keith Jarret e del suo favoloso concerto a Colonia pur con un Bosendorfer in pessime condizioni? Ma il pianoforte della Cassa ormai è in ottime condizioni, non è più un Bosendorfer scordato, può ben suonare una deliziosa melodia per i colleghi svantaggiati.

Attendiamo fiduciosi.

Lavinia Vacca

* * *

Spett.le Redazione,

sono ultra-pensionato Notaio e indi Avvocato che si è preso cura di leggere con attenzione tutto il testo del Notiziario n. 3/2018. Sono afflitto da molteplici malesseri sia di età (il nostro lettore ha ben 93 anni - n.d.r.) che di incidenti corporei che sempre si rinnovano.

Devo anzitutto farVi i miei sinceri e accorati complimenti: il Vostro coraggio di porre in evidenza per il nostro ceto tutti i disastrosi intenti demolitori a danno di libera concorrenza, sedi, competenze istituzionali per citarne alcuni. Cui bono? Noto ad hoc, che sulla base del “notariato latino” ho svolto la mia attività “notarile” sino ad oggi (solo pratiche successorie, atti di ultima volontà ecc.) sempre con spirito di accomodamento per un esito stragiudiziale, da pacificatore e come tale anche riconosciuto nel mio paese e oltre - e tutto questo in osservanza delle nostre norme di etica professionale - cioè da vero notaio.

Pertanto tutti noi poveri Notai dobbiamo restare fedeli a tutto quanto costituisce l’essenza del “vero Notaio” e opporci ai correnti tentativi legislativi contro il Notaio in ogni senso.

Lottiamo assieme, ognuno dal suo posto con la bandiera. Evviva il Notaio latino.

N.B. E che ne pensa la nostra odierna classe notarile? Coraggio!

Lettera firmata

 


 

Auguri

In occasione delle festività di fine anno il Presidente ed il Consiglio Direttivo dell’A.S.N.N.I.P., unitamente alla Direzione del Notiziario, rivolgono agli Associati e a tutti i lettori i migliori auguri di Buon Natale e di un sereno 2019.