Fondazione Notariato: convegno sul territorio "Famiglia e successioni in una società che cambia"

Download allegati:

Il convegno sul territorio “Famiglia e successioni in una società che cambia” si terrà venerdì 18 ottobre 2019 presso l’Aula Magna “Mario Arcelli” dell’Università Luiss Guido Carli - Viale Pola 12, 00198, Roma (RM) - Google maps.

Presentazione

L’inarrestabile evoluzione che investe i vari rami del diritto non poteva lasciarne indenni le materie familiare e successoria, l’una e l’altra esposte, soprattutto nell’ultimo quadriennio, a profonde innovazioni ora attuate in via legislativa, ora scaturenti dall’instancabile opera dell’interprete, ora soltanto preannunciate nel quadro di riforme in itinere il cui arrivo in porto appare al momento tutt’altro che scontato.

Quanto all’ambito familiare, a tacere della riforma della filiazione sancita dalla legge delega del 2012 e completata con il decreto legislativo 28 dicembre 2013 n. 154, i segni più notevoli sono costituiti dalla legge 20 maggio 2016 n. 76, disciplinatrice delle unioni civili e delle convivenze di fatto; non possono però essere sottaciuti i Regolamenti UE del 24 giugno 2016, concernenti i regimi patrimoniali tra coniugi (n. 1103) e gli effetti patrimoniali delle unioni registrate (n. 1104). Fondamentale si rivela altresì l’opera interpretativa, e non ultima per importanza quella della classe notarile, chiamata ad interrogarsi su validità ed efficacia di formule pattizie un tempo neppure immaginabili.

Non minore rilievo assumono i cambiamenti – in atto o preannunciati – nell’area delle successioni mortis causa: ritorna la prospettiva di una revisione delle regole di successione necessaria e del divieto dei patti successori, ed in particolare di quelli cc.dd. rinunciativi: temi che già da diversi anni hanno costituito oggetto di plurimi disegni di legge e che sono stati in grado di suscitare contributi di riflessione e di approfondimento tutt’altro che sterili o meramente accademici. Anche tematiche di nuova generazione si affacciano, e tra queste quella dell’eredità dei dati digitali lasciati dal defunto online e negli hard disk: profili su social network, online banking, caselle di posta elettronica, licenze, chat, file multimediali, criptovalute, ecc.

I temi accennati trovano nuova linfa nella recente presentazione al Senato del ddl 19 marzo 2019 n. 1151 per la delega al Governo ai fini della revisione del codice civile. L’obiettivo, in verità, si presenta particolarmente ambizioso, giacché il contenuto della delega prospettata è straordinariamente ampio, giacché spazia dalla disciplina degli enti agli accordi prematrimoniali, dalle regole successorie al territorio contrattuale e della responsabilità civile. Ma è quanto basta per alimentare un dibattito che si preannuncia denso di significativi contributi.

Programma

  • PRIMA SESSIONE ORE 9.30 - 13.30
    • Indirizzi di saluto
      Saluti istituzionali Università Luiss Guido Carli
      Saluti istituzionali Notariato
    • Presiede e coordina i lavori
      MICHELE TAMPONI, Ordinario di Diritto privato, Dipartimento di Giurisprudenza, Università Luiss Guido Carli
    • Gli accordi in vista della crisi familiare
      SARA LANDINI, Associato di Diritto privato, Università di Firenze
    • Le convivenze extramatrimoniali
      SALVATORE PATTI, Ordinario di Diritto privato, "Sapienza" Università di Roma
    • I rapporti patrimoniali della famiglia nei Regolamenti UE
      MARIA CLAUDIA ANDRINI, già Notaio in Roma, Docente di Diritto civile, Università Roma Tre
    • L’eredità digitale
      MASSIMO PALAZZO, Notaio in Pontassieve
    • Dibattito e risposte ai quesiti
  • SECONDA SESSIONE ORE 14.30 - 17.30
    • Presiede e conclude i lavori
      MASSIMO PALAZZO, Notaio in Pontassieve
    • Prospettive di riforma dei patti successori
      MARCO JEVA
    • Prospettive di revisione della successione necessaria
      GIOVANNI DI LORENZO, Associato di Diritto privato "Sapienza" Università di Roma
    • Relazione conclusiva
      MICHELE LABRIOLA, Notaio in Bari, Consigliere Fondazione Italiana del Notariato, Consigliere Nazionale del Notariato
    • Cerimonia di consegna della borsa di studio della Fondazione
    • Dibattito e risposte ai quesiti

Informazioni generali

Promosso dalla Fondazione Italiana del Notariato e l’Università Luiss Guido Carli in collaborazione con il Consiglio Notarile di Roma.

E’ possibile partecipare presso la sede dell’evento oppure a distanza collegandosi alla differita streaming disponibile dal 4 novembre al 31 dicembre 2019.

La partecipazione è valida ai fini del riconoscimento di 12 Crediti Formativi Professionali.

Per i notai aderenti al Pacchetto Formativo 2019, di cui il Convegno fa parte, non è dovuta alcuna quota di iscrizione.

Per i notai non iscritti al Pacchetto Formativo 2019 è dovuta la quota di partecipazione pari a euro 150,00 oltre IVA per un totale di euro 183,00. Per i notai laureati Luiss è prevista una quota ridotta di euro 100,00 oltre IVA per un totale di euro 122,00.

I costi sono integralmente deducibili ai sensi della L.81/2017.

Per tutte le informazioni e per l’iscrizione www.fondazionenotariato.it