Il Notariato per il sociale 2019

Il Consiglio Nazionale del Notariato, dopo lo straordinario riscontro mediatico e istituzionale dell’esperimento del 3 aprile 2017, ha deciso di promuovere, per il 2019, la seconda edizione dell’evento “IL NOTARIATO PER IL SOCIALE. Le nuove frontiere dei diritti sociali nel Terzo Millennio, dalla parte dei cittadini” che si terrà venerdì 15 febbraio p.v., a Roma, presso l’Hotel Plaza in via del Corso, 126.

Un progetto che si colloca nella medesima direzione intrapresa nel 2017, con l’obiettivo di rivendicare il nostro ruolo nell'ordinamento giuridico e nella società, in riferimento alle più rilevanti tematiche sociali che attengono alla tutela dei diritti intangibili dei cittadini.

Perché è importante essere presenti?

La risposta è semplice: sono molti anni che il Notariato è impegnato a sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi del sociale, promuovendo sull’intero territorio nazionale molteplici iniziative rivolte alla collettività e all’interlocutore politico. Per tale ragione, il Consiglio Nazionale del Notariato ha deciso di sostenere nuovamente il progetto della Commissione Terzo Settore, da me coordinata, di dedicare una intera giornata al confronto tra l’opinione pubblica, le istituzioni, il mondo associativo e i media su temi che necessitano di una diffusione capillare e che vedono il notaio come figura pubblica di garanzia e come punto di riferimento irrinunciabile.

Saranno presenti i più autorevoli rappresentanti delle Istituzioni, i politici di tutti gli schieramenti, gli esponenti delle associazioni del Terzo Settore, come potrete constatare dal programma che seguirà a breve.

Vi invito, pertanto, a partecipare numerosissimi per contribuire a valorizzare ulteriormente il Notariato in una fase storica così rilevante, come quella attuale.

Per l’iscrizione, i crediti formativi e le informazioni generali potete consultare il sito dedicato all’evento.

Confido su di Voi: il 15 febbraio 2019 Vi aspetto numerosi a Roma.

Essere notai significa anche investire nel lavoro di squadra che è, forse, il quid pluris di cui abbiamo sempre più bisogno.

Quel giorno ognuno di Voi sarà il protagonista, in primis, del proprio futuro.

Iniziamo a credere noi stessi che possiamo farcela.

Io ci credo. Fatelo anche Voi.

Gianluca Abbate
Consigliere Nazionale con delega al Sociale